cineporto boff, lunedì 29 giugno, proiezione del film "GLI OCCHI DENTRO."

Lunedì 29 giugno 2015, ore 21.30, nell’ambito della manifestazione CINEPORTO BOFF, proiezione del fil documentario
“Gli occhi dentro”.

CONCERTO A PIÙ VOCI SULL'APPARENZA.

UN LIBRO ED UN FILM

DI DOMENICO GUARINO E JENS MIRANNALTI.

LUNEDI' 29 GIUGNO 2015 21.30

PARCO 11 SETTEMBRE 2001
VIA RIVA RENO 72, BOLOGNA.

Un percorso ATTRAVERSO LA diversità.

Ci sono incontri che ti arricchiscono, che ti cambiano dentro e ti fanno vedere la vita in una prospettiva
completamente diversa. in questo percorso il confronto è uno degli strumenti necessari per conoscere l'altro, capirne le caratteristiche, i bisogni, le difficoltà. il dialogo diventa un elemento importante, che permette di toccare la vera identità delle persone e di scoprirne tutte le sfaccettature. danilo, giusy, selida, gianluca, nadia, giuseppe, vanessa, pino e , giulia mostrano la loro normalità attraverso la diversità, come del resto capita ad ognuno di noi.

Partecipa:
Jens Mirannalti, fotografo e documentarista

Saranno presenti alcuni dei protagonisti.

Un occasione per incontrarci, nel parco funziona un chiosco presso il quale si può mangiare e gustare un aperitivo prima della proiezione.

GLI OCCHI DENTRO
Concerto a più voci sull'apparenza. E su chi non la può vedere
Danilo, Selida, Giulia, Pino, Vanessa, Nadia, Gianluca, Giusi sono 'ragazzi' assolutamente normali. Ed allo stesso tempo sono persone speciali. Ognuno a suo modo, tutti perché hanno in comune una medesima caratteristica: non vedono o vedono pochissimo. La prima volta che mi sono imbattuto in questo strano gruppo è stato in occasione di un corso per audio-documentari curato assieme alla mia compagna, Chiara. Avevamo messo in calendario un primo incontro 'di conoscenza' reciproca, tanto per rompere il ghiaccio. Di tutti loro conoscevamo solo Vanessa, che era la coordinatrice del progetto, e con cui avevamo avuto vari incontri, oltre che frequenti scambi via mail. Dunque eravamo abituati alla spontaneità, all'energia, alla tranquilla fermezza di Vanessa ma non sapevamo cosa aspettarci dagli altri: che storie avessero, che persone fossero, come vivessero la loro
disabilità.... Eravamo insomma, inutile girarci intorno, animati dai più banali pre-concetti che anche le persone più scafate, e più edotte nel rapporto coi diversamente abili, come noi pensavamo e pensiamo di essere, inevitabilmente sviluppano. Perchè anche chi dà alla parola 'diversità' un significato solidamente positivo, all'atto pratico si trova poi a dover fare i conti col macigno della propria supposta, sedicente, maledetta, 'normalità', che si para davanti come un totem imponente e rassicurante, ingombrandoti la vista di tutto il resto che c'è.

CINEPORTO BOFF
La manifestazione, giunta alla sesta edizione, è ideata e interamente autofinanziata dall’associazione culturale senza scopo di lucro ‘Farm’. Il ‘Boff’ racchiude in sé il cinema ‘Off’: fuori da Bologna, fuori dall’Italia e fuori dal circuito commerciale. Realizzata nel bellissimo parco 11 Settembre, nel cuore della città e della Manifattura delle Arti, la rassegna prevede ogni sera aperitivo dalle ore 18.00, proiezioni di film e cortometraggi (tutti sottotitolati affinché siano fruibili anche dalle persone sorde), sonorizzazioni, mercatini artigianali, performance, mostre d’arte, dibattiti con gli autori.
Manifestazione è divenuta ormai un appuntamento fisso per i residenti della zona, che dal 2010 hanno avuto la possibilità di tornare a vivere un’area verde, riqualificata grazie alla programmazione culturale e rivitalizzata dalle occasioni di incontro e socialità. Il linguaggio cinematografico, la percezione visiva e non uditiva (in cui la musica esiste solo se sotto forma di vibrazione del corpo), ma anche sostenibilità ambientale, comunicazione, integrazione e formazione. Questi i temi al centro del calendario che include 70 giorni di programmazione e incontri con gli artisti e registi italiani della scena indipendente nazionale e internazionale. Il parco, che sarà attrezzato come un vero e proprio cinema all’aperto, immerso nel verde, e con un bar per il ristoro e l’aperitivo, chiuderà alle 24. Tutte le proiezioni sono gratuite e sottotitolate in italiano.